GIORNATA DELLA POESIA

    a. s. 2019-2020

nel tempo del Covid19 

In questo tempo "sospeso" le nostre scuole non si fermano.

Le attività delle nostre scuole non si sono fermate e ciò che avevamo progettato, sia pure con delle limitazioni, in termini di spazi fisici, di relazioni, di materiali, sono proseguite secondo le scadenze, un po' più dilatate nel tempo, e secondo la progettazione di inizio anno.

Tra queste abbiamo realizzato le attività preparatorie alla giornata della poesia, che avrebbe dovuto svolgersi, come ogni anno, nei cortili delle nostre scuole o in luoghi di aggregazione che caratterizzano i nostri quartieri cittadini e sono vicini agli edifici scolastici.

Da diversi anni, ormai per tradizione, le alunne e gli alunni, insieme agli insegnanti del nostro Istituto, desiderano fare sintesi dei lavori sulla poesia svolti nel corso dell'anno scolastico; interrompere questa consuetudine ci dispiaceva, anche se la tematica scelta all'inizio dell'anno scolastico "Rodari e le sue poesie" ha dovuto subire, necessariamente, alcune modifiche, soprattutto nei contenuti degli elaborati delle bambine e dei bambini delle scuole dell'infanzia e delle scuole primarie e delle ragazze e dei ragazzi della scuola secondaria di primo grado.

Per condividere e vivere la nostra giornata annuale della poesia abbiamo dovuto optare per un supporto multimediale, in grado di poter raggiungere tutti e di lasciare traccia "permanente" nel tempo.

Immaginatevi di essere, pertanto, in una realtà virtuale, nei cortili delle nostre scuole, in un luogo significativo dei nostri quartieri, con i nostri piccoli, i bambini più grandicelli, i ragazzi della scuola secondaria, immersi nelle atmosfere create dalle loro composizioni poetiche, accompagnati dalle musiche che sostengono le loro composizioni letterarie, valorizzati dalle loro produzioni artistiche curatissime nei dettagli e, allo stesso tempo, efficaci e molto espressive che rendono più chiari i loro pensieri.

Il virtuale, in questa occasione, non è una modalità fredda per incontrarsi e per condividere uno spaccato delle attività di questo insolito anno scolastico, azzoppato e dimezzato dal Coronavirus, bensì un amplificatore di sentimenti e di riflessioni.

Un grazie speciale a tutti, per gli sforzi compiuti, alle bambine, ai bambini, alle ragazze, ai ragazzi, alle insegnanti e agli insegnanti che li hanno accompagnati e li hanno sostenuti nelle attività, sia pure a distanza.

Un grazie alle famiglie che hanno apprezzato gli sforzi dell' Istituto per cercare di mitigare la sofferenza delle alunne e degli alunni di vivere in questo tempo sospeso.

Orgogliosamente dirigente scolastico dell' I. C. Cremona Uno.

                                                                                           Piergiorgio Poli

Ci vuole un fiore Artist Name
00:00 / 01:15
l_showcase_schools_2019_300x344_edited.p
etwinning_20_21-1 (1).jpg
avanguardie-170202220835.jpg

Web designer Simonetta Anelli